CrematorioTrento, è il giorno della verità - Crematorium.eu News about crematoria in Europe - www.crematorium.eu informs about crematoria in Europe- Krematorium.eu- crematorio.eu, find a crematorium

Search
Go to content

Main menu:

CrematorioTrento, è il giorno della verità

Published by in Italian / Italiano ·

Giornata decisiva oggi per il forno crematorio. A dare il suo parere, questa sera, sarà la circoscrizione di San Giuseppe-S.Chiara, quella interessata dalla realizzazione dell'impianto che il Comune vorrebbe costruire dentro il cimitero monumentale. È un voto che arriva dopo che tutte le altre circoscrizioni si sono espresse positivamente. Un parere non vincolante ma sicuramente «pesante» per la giunta e per la maggioranza.  Lo sa bene l'assessore Renato Tomasi, che nelle ultime settimane ha passato più di 25 ore - insieme al fidato dirigente Carmelo Passalacqua - a discutere il progetto con i consigli circoscrizionali. E Tomasi - diventato assessore quasi a sorpresa lo scorso marzo, sostituendo il dimissionario Alberto Pattini - potrebbe essere l'uomo che, dopo due legislature inconcludenti, centrerà finalmente l'obiettivo del forno crematorio.  Lui difende con passione la necessità di realizzarlo, e lungo la strada - puntando sul buon senso - ha convinto più di un consigliere, anche nella tana del lupo di San Giuseppe, dove in partenza erano tutti contrari tranne il vicepresidente Marino Vitti dell'Idv. «Abbiamo la possibilità di costruire questa struttura spendendo meno di tutti e dando il servizio più dignitoso alla tariffa più equa», rivendica l'assessore.  Le obiezioni mosse alla localizzazione individuata riguardano soprattutto l'aumento di traffico ma anche, da parte di alcuni, l'inquinamento prodotto e la vicinanza alle case. Tomasi ha continuato a ripetere che non esiste un problema di inquinamento. E sul traffico ha risposto così: «Il fabbisogno della Provincia è stato calcolato in 5 cremazioni al giorno, di cui due di persone che già si trovano al cimitero di Trento per il funerale. Si può quindi ipotizzare un traffico generato di 9 macchine al giorno, praticamente ininfluente».  Ma sostenendo la scelta del crematorio l'assessore parla anche di «dignità» da dare alla cremazione, di «rispetto che si deve ai morti e ai familiari toccati da un lutto». «Oggi dopo il funerale le salme vengono parcheggiate nelle camere mortuarie in attesa di partire per Mantova e i parenti devono aspettare anche una settimana prima di ricevere indietro l'urna con le ceneri del proprio caro. Con l'impianto in città ci sarebbe una cerimonia unica di 75 minuti, con una sala attrezzata in attesa della cremazione e la possibilità di disperdere le ceneri in un giardino delle rimembranze».  Basteranno queste motivazioni a convincere anche la maggioranza dei consiglieri di San Giuseppe? Stasera il responso.




No comments

Add to Google
crematorium.eu on Facebook
Back to content | Back to main menu